I consigli della Jam Letteraria: L’Ombra su Innsmouth

Un nuovo appuntamento con i consigli della Jam Letteraria. In collaborazione con CliccaLivorno.it

L’Ombra su Innsmouth – H. P. Lovecraft

Recensione di Veronica Riccomini

Innsmouth CliccaLivornoQuesta settimana ho deciso di proporvi un romanzo breve di Howard Phillips Lovecraft, grande autore dell’horror classico che ho iniziato ad approfondire di recente: L’Ombra su Innsmouth.

Tradotto in italiano a volte come “La Maschera di Innsmouth”, è stato pubblicato nel 1936 ed è considerato uno dei suoi lavori migliori. Fa parte del famoso “Ciclo di Cthulhu”, la serie di romanzi e di racconti dedicati al pantheon di dei e semidei di origine aliena che abitano la terra e l’universo fuori di essa.

Il giovane protagonista del romanzo, durante un viaggio in visita delle località più caratteristiche del Massachussets, viene incuriosito da alcune dicerie popolari riguardanti la misteriosa e semidisabitata cittadina di Innsmouth. Decide perciò di prendere l’unico autobus diretto al villaggio portuale e di visitarlo. Una volta arrivato scopre dal vecchio ubriacone, Zadok Allen, che le voci hanno un fondamento: il marinaio gli narra la storia del Culto di Dagon e di come si sia impossessato degli abitanti di Innsmouth. Ma qualcun altro si accorge dell’eccessivo interesse del ragazzo che si trova costretto a scappare, in un crescendo di orrori inimmaginabili.

Chi ha già fatto esperienza dei suoi racconti sa bene che l’impatto della narrativa lovecraftiana non sta tanto nello stile  ̶  ampolloso e complesso, lontanissimo da quello del suo predecessore Edgar Allan Poe  ̶  quanto nelle tematiche, nei contenuti e nel modo in cui vengono descritti. I mostri e le divinità extraterrestri, con la scia di follia e malvagità a loro connessa, vengono mostrati in modo graduale e incompleto accendendo così le fantasie e le paure più ataviche dei lettori.

Così come per i malcapitati narratori destinati alla morte o alla pazzia, anche la nostra mente è troppo debole per comprendere fino in fondo l’enorme e terribile potere di queste entità. Apprezzabile inoltre il plot twist verso la fine del racconto, efficace soprattutto per l’uso della prima persona all’interno del romanzo.

 

Consiglio L’Ombra su Innsmouth a: tutti gli amanti dell’horror e dei classici.

 

Citazione: Perché sono tutti così diffidenti nei confronti di Innsmouth? Ebbene, non dovreste fare troppo caso a ciò che dice la gente di qui. È difficile che comincino a parlare ma, una volta che hanno iniziato, non la smettono più. Raccontano certe storie su Innsmouth, per lo più bisbigliate, degli ultimi cento anni, credo… ed io penso che ne siano spaventati più di qualsiasi altra cosa al mondo. Alcune di queste storie vi farebbero ridere, come quella sul vecchio capitano Marsh che concluse il patto con il Diavolo e portò i diavoli fuori dall’Inferno per vivere ad Innsmouth; oppure quelle sul Culto del Diavolo e sui terribili sacrifici che si tennero in qualche luogo vicino alle banchine, che la gente scoprì per caso intorno al 1845. Ma io vengo da Panton, nel Vermont, e questo tipo di storie non le bevo.

 

Pagina Facebook della Jam Letteraria

Il sito web della Jam Letteraria

Le altre recensioni della Jam Letteraria su CliccaLivorno

Potrebbero interessarti anche...