I consigli della Jam Letteraria: Miliardari per caso

Un nuovo appuntamento con i consigli della Jam Letteraria. In collaborazione con CliccaLivorno.it

Miliardari per caso – Ben Mezrich

Recensione di Veronica Riccomini

miliardari cliccalivornoInizio questa recensione tranquillizzandovi: non sto per narrarvi avventure goliardiche vissute da vincitori della lotteria!
Il romanzo in questione è quello da cui è stato tratto The Social Network, il ben più famoso film del 2010 diretto da David Fincher, vincitore di 4 Golden Globe, 3 Oscar e ormai annoverato fra i cult del ventunesimo secolo. La trama, come nel film, è incentrata sulla fondazione di Facebook e nel modo in cui ha cambiato le vite dei suoi creatori e i loro rapporti interpersonali.

Mark Zuckerberg e Eduardo Saverin, studenti al secondo anno di Harvard, sono in buona sostanza due nerd sfigati, ignorati da tutti e sbeffeggiati dal sesso femminile. Eduardo, ragazzo di famiglia benestante, cerca di guadagnarsi una posizione sociale tentando di entrare in una delle confraternite del college. Mark invece è un abile programmatore e una sera inventa il sito “FaceMash”, che riesce a mandare in crash i server di Harvard, beccandosi così una strigliata dai direttori ma guadagnando un po’ di agognata popolarità. A quel punto viene contattato dai gemelli Winklevoss che cercano un programmatore per “HarvardConnection”, il social network che vorrebbero realizzare per gli studenti del college. Inizialmente Zuckerberg accetta, ma in un secondo momento decide invece di creare “Thefacebook”, mettendosi in società con Eduardo. Il sito riscuote un successo strepitoso in pochissimo tempo espandendosi da Harvard a tutti i college americani ed europei, rendendo i due fondatori estremamente celebri e appetibili alle ragazze. Con l’entrata in scena dell’imprenditore informatico Sean Parker, Facebook inizia a fruttare una fracca di soldi – e un sacco di guai – per Mark Zuckerberg.

A differenza del film, in cui i dialoghi serrati di Aaron Sorkin e le fantastiche colonne sonore di Trent Reznor dominano la narrazione, il libro ha il suo punto di forza nello stile, paragonato persino a quelli di Bret Easton Ellis e Nick Hornby. Ben Mezrich ci narra le vicende in maniera immediata, fresca e adrenalinica. Tratteggia sapientemente le psicologie dei personaggi principali, facendone delle vere e proprie icone, quasi delle rockstar. Delle rockstar della rete!

 

Consiglio Miliardari per caso a: tutti i nerd che vogliono vedere un futuro per la loro categoria sociale, a tutti coloro che sono interessati ai leggendari retroscena della fondazione di Facebook o che semplicemente vogliono leggere un romanzo scorrevole e divertente.

Citazione: Eduardo sorrise. Adesso lui e Mark non stavano condividendo solamente un sito web, ma anche un’esperienza. La toilette degli uomini di un dormitorio per studenti non era proprio come gli scaffali della Widener, ma era pur sempre qualcosa.

 

Pagina Facebook della Jam Letteraria

Il sito web della Jam Letteraria

Le altre recensioni della Jam Letteraria su CliccaLivorno

Potrebbero interessarti anche...