Maurizio Baglini, Nona Sinfonia di Beethoven alla Goldonetta

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 17/05/2016
9:00 pm - 11:30 pm

Luogo
Teatro Goldoni

Categorie


Chiusura in grande stile per “Classica con gusto”, la rassegna di musica da camera del Teatro Goldoni in collaborazione con Menicagli Pianoforti ed il Maestro Carlo Palese: martedì 17 maggio, alle ore 21 alla Goldonetta.

Nona Sinfonia di Beethoven CliccaLivorno

Nella serata dal titolo emblematico “L’Orchestra in salotto“, il pianista Maurizio Baglini eseguirà uno dei capolavori assoluti ed immortali come la Sinfonia n.9 in re minore op.125 di Ludwig van Beethoven nella monumentale quanto affascinante e difficilissima trascrizione di Franz Liszt. Un’opera grandiosa che creò non pochi problemi allo stesso Liszt: dopo aver trascritto le prime 8 sinfonie beethoveniane per pianoforte, per la Nona dovette prevedere due strumenti tanta era la complessità del materiale. Solo successivamente, con il progredire e la maturazione delle tecniche di costruzione dei pianoforti, decise di sfidare l’impossibile e pubblicò anche la versione per un solo esecutore, miracolosamente efficace quanto tremendamente ardua da eseguire. Il noto pianista Maurizio Baglini, tra i musicisti più brillanti ed apprezzati sulla scena internazionale, ha a sua volta raccolto questa sfida fissandola oltre che in splendide esecuzioni dal vivo in una bellissima incisione discografica per una prestigiosa etichetta britannica.
Il quarantenne pianista toscano, che ha al suo attivo un’intensa carriera in Europa, America e Asia con oltre milleduecento concerti come solista e altrettanti di musica da camera, affronterà così nuovamente con grande padronanza tecnica e concentrazione interpretativa quest’opera, universalmente amata e conosciuta in particolare proprio per quel meraviglioso “Inno alla gioia” dell’ultima parte ad opera delle quattro voci soliste e del coro, elementi che insieme alla lunghezza stessa della sinfonia posero a Liszt, altro genio della musica e del pianoforte, non pochi problemi nel passaggio allo strumento solista.
Per Baglini, dopo il debutto al Musée d’Orsay a Parigi nel 2008, ci sono state altre cinquanta tappe come interprete di questa appassionante versione della Nona beethoveniana, tra cui Monaco, Tel Aviv, Rio de Janeiro, Beirut e, in Italia, Cremona (Teatro Ponchielli) e Milano (nelle stagioni della Società dei Concerti e dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi).
Il concerto alla Goldonetta rappresenta così un’occasione unica per ascoltare pagine affascinanti che esaltano tutte le possibilità espressive dello strumento e conoscere attraverso la familiare introduzione con l’artista ad opera del M° Palese in apertura di serata, questo interprete talentuoso ed affermato, vincitore a 24 anni del “World Music Piano Master” di Montecarlo e da allora ospite dei più prestigiosi festival (tra cui La Roque d’Anthéron, Loeckenhaus, Yokohama Piano Festival, Australian Chamber Music Festival, “Benedetti Michelangeli” di Bergamo e Brescia, Rossini Opera Festival), oltre ad essere invitato come solista e in formazioni di musica da camera dalle maggiori istituzioni internazionali, tra cui Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Teatro alla Scala di Milano, Salle Gaveau di Parigi, Kennedy Center di Washington, Auditorium del Louvre, Gasteig di Monaco di Baviera, Maggio Musicale Fiorentino.

Biglietti ancora disponibili (posto unico numerato € 10) presso il botteghino del Goldoni (tel. 0586 204290) il martedì e giovedì ore 10-13, il mercoledì, venerdì e sabato ore 17-20.
Tutte le informazioni sul concerto su www.goldoniteatro.it

Potrebbero interessarti anche...