Federico Frusciante musicista e critico cinematografico

Alessio Quercioli, batterista e musicista Livornese, ci presenta il critico cinematografico più seguito in Italia che sta lavorando al nuovo album dei SUPERFICIE 213

Federico Frusciante è conosciuto in tutta Italia per le sue recensioni cinematografiche. La sua popolarità è cresciuta di pari passo con lo sviluppo dei social sui quali è un vero e proprio fenomeno pop. Attento e sensibile al cinema indipendente e di serie B. Questo lo rende di fatto, per gli amanti della settima arte, un super eroe. Guardarlo mentre parla di cinema è disarmante. Riesce ad unire le competenze tecniche e formali, di un linguaggio anche complesso, come quello del cinema alla tipica ironia Livornese. Forse è proprio il segreto del suo successo meritato.Federico Frusciante

Federico Frusciante e la band SUPERFICIE 213

Il successo come critico cinematografico è travolgente. Molti dei suoi fan non conoscono Federico Frusciante come musicista altrettanto appassionato. Si fa apprezzare con la band SUPERFICIE 213. E’ inutile catalogare la musica di Federico in un genere che non può che essere dissacrante, schietto e senza sovrastrutture esattamente come il suo stile da critico cinematografico. In due parole post-punk.
Nel 2017 terminerà la produzione del nuovo studio album.Ci rivela solamente che ne sta curando le parti di batteria e di synt. Tutto il resto è top secret.

Qualità e non quantità: questo il segreto del suo successo

Federico Frusciante rompe anche gli schemi nella musica. Non poteva essere altrimenti. Non adotta la logica di lavoro delle band di oggi, ovvero album ogni due anni e concerti, formula che sta aumentando il consumo di musica a discapito della qualità della stessa.
Rompe gli schemi non solo per il gusto di farlo. Crede profondamente che la velocità di fruizione della nostra società sia troppo elevata per concedersi il lusso di fermarsi a godere della bellezza dell’arte. Chi ha il grande dono della sensibilità all’arte ha la responsabilità di resistere e non farsi stritolare dalla morsa del consumismo.Federico Frusciante

Non solo musica….

Resiste bene Federico Frusciante con la sua videoteca Videodrome di Livorno, del quale è socio. La videoteca, omaggio al cinema del grande David Cronemberg è diventata sempre più un luogo cult. I suoi fans percorrono chilometri per chiedere la sue opinioni cinematografiche. Fugge dalla sua videoteca quando viene invitato a partecipare come ospite o come giurato ai numerosi festival di cinema indipendente sparsi per tutto lo stivale, per poi tornare.
Torna anche per commuoversi ascoltando le melodie struggenti del poeta Livornese che ritiene sopra a tutti: Piero Ciampi. Anche per maledire un po’ questa città, Livorno, così difficile da lasciare e da vivere. E’ impossibile rimanere indifferenti alle recensioni di Federico e alle sue parole per la musica. Lo si ama o lo si odia, per gli spunti che lancia ma sopratutto per la forma che utilizza.

Aspetto con ansia di ascoltare il suo lavoro di produzione musicale. Sono assolutamente sicuro che anche questo non può e non lascerà certamente indifferente nessuno. Sopratutto i suoi cari haters.

Continua a seguire la nostra rubrica Vibrazioni Labroniche.

Segui Alessio Quercioli su Facebook – Segui Federico Frusciante su Facebook.

Potrebbero interessarti anche...