Ma li ‘onosci gli itinerari poetici del Chionne? Via Pietro Gori

Continua in via Pietro Gori il nostro itinerario storico-poetico-toponomastico-letterario attraverso e lungo Vie, Viali, Piazze e Piazzette di Livorno.

itinerari poetici via pietro gori CliccaLivorno

Antecedentemente l’anno 1841 si chiamava via della Lepre perché attraversava la proprietà di Francesco Lepri, poi nel 1947 ricevette il nome attuale. La strada fu realizzata nel 1857 sul tracciato di un viottolo dallo stesso nome.

Pietro Gori nacque a Messina, (14 agosto 1865 – Portoferraio, 8 gennaio 1911) è stato un anarchico, giornalista, avvocato, poeta, scrittore e compositore italiano. Oltre che per l’attività politica è ricordato come autore di alcune tra le più famose canzoni anarchiche della fine del XIX secolo tra cui: Addio a Lugano, Stornelli d’esilio e La ballata di Sante Caserio.

Nel 1878 si trasferì con la famiglia a Livorno. Li iniziò quindi a collaborare con La Riforma, un periodico moderato. Nel 1885 si iscrisse all’Università di Pisa e ben presto aderì al movimento anarchico pisano di cui divenne in breve tempo una delle figure più influenti. Nel 1887 fu arrestato per un’epigrafe scritta per ricordare i martiri di Chicago, – militanti anarchici che, accusati di aver organizzato i disordini del 1º maggio 1886 per rivendicare la giornata lavorativa di otto ore, furono impiccati l’11 novembre 1887 – e ritenuta un’istigazione alla protesta contro le navi statunitensi alla fonda nel porto di Livorno. L’anno successivo, in qualità di segretario dell’Associazione studentesca, organizzò una commemorazione del filosofo Giordano Bruno.

E a noi non resta che lasciarvi all’ascolto di Addio Lugano Bella, prima di ritrovarci in Via Guido Gozzano:

Potrebbero interessarti anche...