Leandro Bartorelli: Batterista Livornese

Alessio Quercioli ci presenta il suo collega batterista Livornese apprezzato in tutto il mondo Leandro Bartorelli

Ho deciso di parlare, come primo ospite di VIBRAZIONI LABRONICHE, con Leandro Bartorelli perché lo ritengo la punta di diamante dei musicisti Livornesi. Ho conosciuto Leandro quando da adolescente, siamo praticamente coetanei, abbiamo condiviso palchi in club e festival. La differenza era già sostanziale. Le mie erano le prime esperienze mentre Leandro era già affermato e popolare. Credo che la sua musica appartenga ad un universo superiore. L’arte è la sua vocazione e lo si percepisce chiaramente in ogni parola che lui usa. Come i più grandi lui osa ancora mettersi in gioco con umiltà.

Leandro e Tullio de Piscopo

Leandro Bartorelli studia dal 1992 al 2004 al NAMM di Milano. Lo supera a pieni voti, con il grande batterista Tullio De Piscopo dal quale oltre ad apprendere le tecniche, gli stili e le ritmiche ne assorbe anche l’approccio alla musica e all’arte. Anzi per Leo, Tullio, è stato un vero e proprio padre. Ha saputo crearli delle solidissime basi sul quale impostare tutta una carriera da musicista. E’ tenerissimo Leo quando mi racconta che Tullio ogni Natale gli regalava VHS di batteristi, che lui regolarmente studiava con passione e audacia.

Da “Bravo Bravissimo” agli U2

Leandro BartorelliMemorabile è stata la sua partecipazione a “Bravo Bravissimo” nel 1994 a soli 9 anni. Crescendo a lavorato in studio con tantissimi musicisti di ogni genere e estrazione. Nel 2008 approda in Inghilterra e ha l’occasione di entrare in stretto contatto con Bono Vox e The Edge degli U2.

Il suo rapporto con Livorno

Nonostante tutta questa esperienza internazionale Leo non dimentica le sue origini. Mi parla di quando suo nonno gli fece conoscere il grande tenore Livornese Galliano Masini attraverso i preziosissimi 45 giri. L’attuale scena musicale Labronica, per Leo, è un grande calderone pieno zeppo di musicisti e autori che purtroppo non può seguire come vorrebbe a causa dei suoi numerosi impegni professionali ma che apprezza per vivacità e freschezza.

Livorno gli và stretta e non può essere altrimenti. Nei prossimi mesi sarà nelle sue due città adottive Londra e Montecarlo. Sarà in studio a incidere brani e suonerà in tour con la The Robbers band con la quale si esibisce anche durante i gran premi di F1. In queste occasioni ha avuto modo di stringere un fortissimo legame con il mitico Eddie Jordan.

Ed infine… Leo l’insegnante!

Leo è inoltre uno stimatissimo insegnante di batteria. Ha già pubblicato un suo metodo personale “Fire drum” con il quale si stà facendo apprezzare in tutta Italia.
Per Leo la musica è passione pura alimentata dalla voglia di crescere umanamente e artisticamente. Quando gli provo a strappare il suo segreto lui mi indica tre parole che ogni musicista dovrebbe sempre ricordare: tenacia, coraggio e studio.

Avanti tutta Leo!

Segui Alessio Quercioli su Facebook – Segui Leandro Bartorelli su Facebook

Potrebbero interessarti anche...