Ma li ‘onosci gli itinerari poetici del Chionne? Via Giorgio Byron

Continua in Via Giorgio Byron  il nostro itinerario storico-poetico-toponomastico-letterario attraverso e lungo Vie, Viali, Piazze e Piazzette di Livorno.

 

 

Poeta inglese:
DATA DI NASCITA Martedì 22 gennaio 1788
LUOGO DI NASCITA Londra, Inghilterra.
SEGNO ZODIACALE Acquario
DATA DI MORTE Lunedì 19 aprile 1824
LUOGO DI MORTE Missolungi, Grecia
CAUSA Meningite.

Byron soggiornò a Montenero nella villa Dupouy nell’estate 1822 dove si incontrò con Shelley fino alla morte di questi in mare.
All’epoca la villa apparteneva al commerciante inglese Francesco Germy che la lasciò per testamento il 4 giugno1781 alla nazione inglese di Livorno.
Il 13 agosto 1784 fu venduta al commerciante livornese G. N. Bertolli. La strada ebbe questo nome nel 1900, in precedenza si chiamava via Terrazzini e prima ancora via Traversa delle Case Nuove.

Ecco in estrema sintesi i dati salienti di una tumultuosa, irruenta, ribelle, romantica vita di George Byron che trovò rari e indimenticabili momenti di pace, serenità e profonda ispirazione nelle sue solitarie passeggiate lungo la via, sulla collina montenerese, che porta ancor oggi il suo nome.

 

Ecco una delle tante riflessioni poetiche ispirategli dalle solitarie passeggiate  monteneresi.

Vi è un piacere nei boschi inesplorati
e un’estasi nelle spiagge deserte,
vi è una compagnia che nessuno può turbare
presso il mare profondo,
e una musica nel suo ruggito;
non amo meno l’uomo ma di più la natura
dopo questi colloqui dove fuggo
da quel che sono o prima sono stato
per confondermi con l’universo e lì sentire
ciò che mai posso esprimere
nè del tutto celare.

 

 

Prepariamoci al prossimo appuntamento che sarà in Via Calzabigi

 Si ringrazia Carlo Chionne, per l’impegno a produrre questa nuova rubrica in collaborazione con la nostra redazione.

Potrebbero interessarti anche...