Moby Prince, 25 anni in cerca di risposte

Domenica prossima, 10 aprile, si svolgeranno le commemorazioni “per non dimenticare”
l’incendio che 5 anni fa, la sera del 10 aprile 1991, provocò la morte di 140 passeggeri
e distrusse al largo di Livorno, il traghetto Moby Prince.

Le iniziative avranno inizio già da sabato 9. Alle 17, al Museo di Storia Naturale del
Mediterraneo (via Roma 234) verrà presentato il libro di Elisabetta Arrighi “Moby Prince.
Novemila giorni senza verità” (Edizioni ETS). Sempre sabato si svolgerà la staffetta del
Coordinamento Podistico Moby Prince che partirà da Pontedera e, passando dai comuni di
Ponsacco, Lari, Crespina, Fauglia e Collesalvetti giungerà alle ore 17 del 10 aprile in
città dove si aggregherà al corteo per il Porto.

Moby Prince CliccaLivorno

La petroliera Agip Abruzzo

Gli appuntamenti di domenica 10 inizieranno alle 10 in Fortezza Nuova con la funzione
religiosa presieduta dal Vescovo di Livorno Monsignor Simone Giusti.
Sempre in Fortezza Nuova, alle ore 11.30, sarà inaugurata la scultura Koningin Juliana,
dell’artista Federico Cavallini, in memoria delle vittime.

Le iniziative proseguiranno nel pomeriggio: alle ore 15 nella Sala Consiliare di Palazzo
Civico il sindaco Filippo Nogarin porgerà il saluto, a nome della città, alle Autorità e
ai familiari delle vittime.

Alle ore 17 da Piazza del Municipio partirà il corteo che,
dopo aver percorso alcune vie della città arriverà, intorno alle 17.45 arriverà al Porto,
Andana degli Anelli, davanti alla lapide dove sono scolpiti i nomi delle 140 vittime.
Qui, sarà deposto il cuscino di rose del Presidente della Repubblica e saranno letti i
nomi delle vittime e i familiari presenti lanceranno le rose in mare, 140, una per ogni
vittima.

Clicca QUI per il gruppo su Facebook dedicato che conta 12000 iscritti e che grazie all’impegno di tutti riceve continui aggiornamenti dei contenuti e delle risorse. Grazie soprattutto a Loris Rispoli che ogni giorni pubblica articoli che trattano della tragedia del Moby Prince.

Ascolta la webradio su www.webradio.li

Potrebbero interessarti anche...