Pietro Mascagni, Livorno nella storia della musica

Il 7 dicembre 1863, nacque a Livorno il grande compositore e direttore d’orchestra Pietro Mascagni. Sin da giovanissimo fu allievo di Alfredo Soffredini, che fondò l’Istituto Musicale Livornese (l’attuale Istituto Pietro Mascagni) e con il quale studiò soprattutto armonia e contrappunto.

Ma Pietro studiò anche il pianoforte, l’organo, il violino, il contrabbasso e alcuni strumenti a fiato e nel 1878 compose la romanza Duolo Eterno!, che fu la prima di diverse composizioni.

In seguito Mascagni si trasferì a Milano dove proseguì i suoi studi al conservatorio e dove conobbe Giacomo Puccini. Il 7 febbraio 1889 Pietro Mascagni sposò Argenide Marcellina Carbognani, mentre fino al 1895 compose ben cinque opere, la Cavalleria Rusticana, L’Amico Fritz, I Rantzau, Guglielmo Ratcliff e Silvano.

Successivamente il compositore collaborò con Luigi Illica per la stesura di Iris, per l’edizioni Ricordi, e  Le maschere per Casa Sonzogno. Mascagni diresse anche sei concerti alla Scala di Milano tra cui una sua composizione per soprano e orchestra e  il poema sinfonico  A Giacomo Leopardi , che scrisse per il centenario della nascita del poeta.

La carriera di Mascagni come direttore d’orchestra proseguì dal 1899 al 1900 con le sue tournèe a Pietroburgo, Vienna e negli Stati Uniti. La Rapsodia Satanica fu la composizione che Pietro Mascagni nel 1917 realizzò per l’omonimo film di Nino Oxilia. L’artista nel 1927 fu rappresentante dell’Italia alle celebrazioni per il centenario della morte di Ludwig Van Beethoven, che si svolsero a Vienna.

Nel 1929 Mascagni entrò a far parte degli Accademici tra i quali erano inclusi anche Luigi Pirandello, Guglielmo Marconi, Gabriele d’Annunzio ed Enrico Fermi e alla Scala il 16 gennaio 1935 fu rappresentata la sua l’ultima opera in tre atti, Nerone su libretto di Giovanni Targioni Tozzetti. Nel 1940 la Cavalleria Rusticana fu incisa su disco per festeggiare il suo cinquantenario.

Nel 1941 il musicista diresse con il tenore Ferruccio Tagliavini le celebrazioni per il cinquantenario dell’Amico Fritz. La carriera come direttore d’orchestra di Mascagni si concluse al Teatro Adriano di Roma tra il 1943 e il 1944. Il 2 agosto del 1945 Pietro Mascagni morì nel suo appartamento all’Hotel Plaza, sempre nella Capitale, le sue spoglie furono trasferite nel 1951 all’interno di un mausoleo presso il Cimitero Monumentale della Misericordia a Livorno.

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Pietro_Mascagni

Michela Giorgi 

Potrebbero interessarti anche...