Premio Ciampi 2016, il grande Scott Hamilton a Livorno

Premio Ciampi – Città di Livorno Ventiduesima Edizione – 26 novembre 2016, Scott Hamilton, uno dei maggiori esponenti del Jazz contemporaneo.

shamilton2-cliccalivorno

Sessantadue anni, nativo di Providence, Scott Hamilton è tra i maggiori esponenti del jazz contemporaneo e ormai quasi un classico nella storia della musica afroamericana, sassofonista, band leader, compositore.

“Era il 1976 e il grande pianista Hank Jones, già a fianco di Charlie Parker e molti altri grandi jazzmen, mi scelse per il suo nuovo gruppo – racconta Hamilton a proposito degli inizi della sua carriera -; l’anno dopo mi ingaggiò invece niente meno che il mitico Benny Goodman che era chiamato “il re dello swing”. Nel 1978 lavoravo già assieme a tanti celebri musicisti radunati in quei supergruppi chiamati “tutte stelle”. In quell’anno, per me strepitoso, ho persino accompagnato due cantanti eccezionali come Anita O’Day e Rosemary Clooney”. In piena era punk, free e fusion Hamilton ha esordito suonando come negli anni Trenta e Quaranta, in perfetto stile swing: “Ritenevo lo swing – continua Hamilton -, e ancora lo ritengo, un punto chiave del jazz medesimo e quindi non avrei mai potuto suonare una musica che non sentivo dentro, che non avvertivo come mia”. Hamilton è rimasto, dunque,

fedele alla musica delle origini, alle grandi ballad degli anni ’30 e ’40, allo swing e al blues. Impostosi sulla scena jazzistica statunitense sin dalla metà degli anni ’70, Hamilton vanta oltre 40 album a suo nome e innumerevoli collaborazioni con artisti che hanno scritto la storia del jazz.

Potrebbero interessarti anche...