Programma completo del mese del Jazz 2016 a Livorno

Ecco a voi il programma completo del mese del Jazz a Livorno per questo 2016! Come vi avevamo anticipato, CliccaLivorno.it seguirà questo grande avvenimento evento per evento.

unescojazzdaylivorno.org

info@unescojazzdaylivorno.org

Clicca QUI per l’evento su Facebook

Clicca QUI per la pagina Facebook

Unesco Jazz Day Livorno 2016 CliccaLivorno

Sabato 2, 9, 16 e 23 aprile, alle ore 17.00

Livorno – Casa natale di Amedeo Modigliani, via Roma 38

Master class

Divagazioni a partire dal Cd del Quintetto di Livorno

Modigliani, il tratto, l’Africa e perdersi”

a cura

di Andrea Pellegrini

Info: amarantaservice@tiscali.it – cell. 3208887044

_________________

Livorno – Sabato 2 aprile, ore 21.45

Hotel La Vedetta, via della Lecceta 5, Montenero

Concerto

Mauro Grossi Trio + Stefano Cocco Cantini

con

Stefano Cocco Cantini, sax, Mauro Grossi, pianoforte,

Nino Pellegrini, contrabbasso, Piero Borri, batteria

a cura dell’ Associazione Pietro Napoli

Info: Roberto Napoli robenapoli@gmail.com – cell.3385081221

Clicca QUI per il singolo evento

_________________

Livorno – Martedì 5 aprile, ore 17.00

Teatro La Goldonetta, piazzetta Goldoni

Lezione aperta

“….al posto della libertà. la musica di Miles Davis e John Coltrane”

a cura di Daniele Salvini

Info: Fondazione Teatro della Città di Livorno “C. Goldoni”

Ufficio Formazione–Comunicazione-Promozione – Tel.0586 204223 – www.goldoniteatro.it

_________________

Viareggio – Mercoledì 6, 13, 20, 27 aprile, ore 21-24

Taproom del Birrificio degli Archi, via Cairoli, 143

Jam Session Jazz

con

The Brewery Orchestra

Michele Menchini al contrabbasso, Marco Reggiannini, Nicola Tontoli o Francesco Massagli al piano, Angelo Corvino al violino, Giorgio Franchi o Francesca Fattorialla chitarra, Massimo Avolio o Edoardo Vannozzi alla batteria, Roberto Pinori al trombone, Giuseppe Nannini al tenore e tromba, Enrico Dolfi al clarino e sax contralto,Federica Olivieri alla voce.

Info: cell.3332004864

_________________

Livorno – Venerdì 8 aprile, ore 20.00

Piazza Grande (lato Duomo)

Ricky and the Jets

con

Riccardo Della Ragione, voce e chitarra, e i “Jets”: Enrico Giacomelli, pianoforte, Roberto Vannini, batteria, Claudio Fabiani, sax.

_________________

Livorno – Venerdì 8 e mercoledì 13 aprile, ore 15.30

Istituto Musicale “P. Mascagni”, via Galilei, 40

Lezione aperta sul Jazz

a cura della prof.sa Paola Pellegrini

in collaborazione con il musicista Andrea Pellegrini

Info: Paola Pellegrini musabimbi@yahoo.ca – Tel. 0586 403724

_________________

Pisa – Lunedì 11 aprile, ore 20.30

Cinema Arsenale, Vicolo Scaramucci, 2

Ascensore per il patibolo

di Louis Malle

copia restaurata dalla Cineteca Bologna e introdotto dalla performance di Daniele Malvisi, in collaborazione con Pisa Jazz

Info: tel. 05024600 – arsenale@arsenalecinema.it

_________________

Livorno – Venerdì 15 aprile, ore 19.30

Caffè letterario “Le Cicale operose”, C.so Amedeo, 101

Alessia Ferrari Trio

Omaggio a Pino Daniele

con Alessia Ferrari, voce,

Gennaro Scarpato, percussioni, Meme Lucarelli, chitarra

Info: marifreddi@libero.it – cell. 3889908911

_________________

Livorno – Sabato 16 aprile, ore 21.45

Hotel La Vedetta, via della Lecceta 5, Montenero

Concerto

Adam Pache Jazz Quartet

a cura dell’ Associazione Pietro Napoli

Info: Roberto Napoli robenapoli@gmail.com – cell.3385081221

_________________

Livorno – Sabato 16 aprile, ore 21.00

Libreria Belforte 1805, via Roma

Libri&Jazz

Recitazione con musica improvvisata a partire dal libro di

Michele Marziani

Umberto Dei” Biografia non autorizzata di una bicicletta

con

Claudio Monteleone e Andrea Pellegrini

Info: info@libreriabelforte1805.it

_________________

Bagni di Lucca (Lucca) – Domenica 17 aprile, ore 18

Biblioteca Comunale ex Chiesa Inglese, Fondazione M. De Montaigne,

via Evelina Whipple, 6

Concerto Possibilities – Chiara Pellegrini 4tet
Chiara Pellegrini, voce, Andrea Pellegrini, pianoforte
Nino Pellegrini, contrabbasso Marco Simoncini,
batteria

Info: 3355821084 – 0583 87519

In collaborazione con l’Associazione Pietro Napoli

Info: Roberto Napoli robenapoli@gmail.com – cell.3385081221

Ingresso libero ma con prenotazione

_________________

Livorno – Lunedì 18 aprile, ore 18.00

Libreria Erasmo, via degli Avvalorati, 62

Il Jazz e i libri

Incontro con gli autori e dibattito intorno ai libri

Storia del Jazz Una Prospettiva Globale”

di Stefano Zenni

Livorno dalla musica americana al Jazz”

di Maurizio Mini e Andrea Pellegrini

Info: Edizioni Erasmo www.erasmolibri.it – Erasmo Libreria info@gaiascienza.itwww.gaiascienza.it

Libreria Erasmo – via degli Avvalorati, 62, tel. 0586 211015

_________________

Livorno – Martedì 19 aprile, ore 20.00

Bottega del Caffè, viale Caprera, 32

L’arte della felicità”

regia

di  Alessandro Rak

Proiezione cinematografica e interventi musicali

a cura di Le Salon du Cinéma

Info: lesalonducinema@gmail.com – Cell. 3204138728 / 3206367799

_________________

Pisa – Martedì 19 aprile, ore 20.00

Cinema Arsenale, Vicolo Scaramucci, 2

Birds in Jazz

del fumettista disneyano

Donald Soffritti

con musiche di

Andrea Pellegrini (pianoforte) e Steve Lunardi (violino)

Info: 05024600arsenale@arsenalecinema.it

_________________

Livorno – Sabato 23 aprile, ore 21.00

Zucchero Nero Osteria, via dell’Angiolo, 20

Concerto jazz

BEE BRAIN

Henry Cook, sax alto, washint, flauti
Roberto Raciti, contrabbasso, Ermanno Baron, batteria

Info: simonescarp11@yaooh.itcell.3923921247 – 0586 370800

_________________

Livorno – Domenica 24 aprile, ore 18.00

Libreria Belforte 1805, via Roma

Libri&Jazz

con la

Banda della Città di Livorno & laboratorio di Orchestra Jazz diretto da Tony Cattano

Info: info@libreriabelforte1805.it

_________________

Livorno – Martedì 26 aprile, ore 20.00

Bagni Lido, ristorante viale Italia, 128

Le Salon du Jazz”

cena con interventi culturali Sapori e musica della Lousiana

con la partecipazione del JazzLab e altri musicisti

a cura di Le Salon du Cinema

Info: lesalonducinema@gmail.com – Cell. 3204138728 / 3206367799

_________________

Livorno – Venerdì 29 aprile, ore 21.00

Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, via Roma, 234

Concerto

More Love”

con Chiara Pellegrini, voce, Andrea Pellegrini, pianoforte

Info: m.Lischi@provincia.livorno.it cell.3274513901

_________________

Livorno – Sabato 30 aprile (ore 17.00- 18.00)

Casa natale di Amedeo Modigliani, via Roma 38

In occasione di AprileJazz2016

Visita guidata

Info: amarantaservice@tiscali.itwww.casanataleamedeomodigliani.com

_________________

Livorno – Sabato 30 aprile, ore 17.30

Osservatorio di Monterotondo, via di Monterotondo, 74

Rasenna jazz messengers in concert

musiche originali e  standard (Mingus, Ellington,Golson)

con Max Fantolini, piano, Giulio Boschi, contrabbasso

Info: contrabboschi@gmail.com32916358233331327927

_________________

Livorno – Sabato 30 aprile, ore 21.00

Nuovo Teatro delle Commedie, via G.M.Terreni, 3

Grande Jam Session tradizionale

Info: cell. 3703110168

____________________________________________________

Programma e Schede

Sabato 2, 9, 16 e 23 aprile, alle ore 17.00

Livorno – Casa natale di Amedeo Modigliani, via Roma 38

Master class

Divagazioni a partire dal Cd del Quintetto di Livorno

Modigliani, il tratto, l’Africa e perdersi”

a cura di Andrea Pellegrini

Nel mese di aprile, nei giorni di sabato 2, 9, 16 e 23, alla Casa natale di Amedeo Modigliani, di via Roma 38, Master Class a cura di Andrea Pellegrini con divagazioni a partire dal Cd del Quintetto di Livorno “Modigliani, il tratto, l’Africa e perdersi”.

Ogni incontro prende spunto da uno dei brani ispirati a Modigliani contenuti nel Cd di Andrea Pellegrini, allegato al libro dello stesso Pellegrini “Mirabolanti avventure di un Jazzista” (Edizioni Erasmo- 2014) e tratta tematiche legate alla storia del jazz, alle forme, offrendo informazioni tecniche, musicali e storiche, proponendo riflessioni di vario genere con esempi suonati, anche con la collaborazione di altri musicisti.

Modigliani, il tratto, l’Africa e perdersi.

“L’album presenta da subito una sensibilità al racconto…” (Rai Radio 3 trasmissione “Battiti”).

Registrato nello Studio Poderino Recording, fattoria della Gioiosa di Casale Marittimo-Pisa, l’album è ispirato a uno dei più grandi pittori di tutti i tempi, il livornese Amedeo Modigliani, a cura di una band che porta il nome della città da cui Andrea Pellegrini è partito per i suoi viaggi: il “Quintetto di Livorno”, con il grande sassofonista Tino Tracanna, lo stesso Andrea Pellegrini al pianoforte, Nino Pellegrini, contrabbasso, Michele Vannucci, batteria e di volta in volta una guest star.

Facendo seguito all’altro progetto discografico dedicato ai Macchiaioli (il Cd “Progetto Macchiaioli”, 2008) e anticipando di pochi mesi il concerto dedicato a Piero Ciampi “Piero Litaliano” (Premio Ciampi 2014, Trio Jazz con Andrea Pellegrini, pianoforte, Nino Pellegrini, contrabbasso, Michele Vannucci, batteria) il Cd è stato realizzato in occasione del 130° anniversario della nascita di Modigliani.

Info: amarantaservice@tiscali.it – cell. 3208887044

_________________

Livorno – Sabato 2 aprile, ore 21.45

Hotel La Vedetta, via della Lecceta 2, Montenero

Concerto

Mauro Grossi Trio + Stefano Cocco Cantini

con

Stefano Cocco Cantini, sax, Mauro Grossi, pianoforte,

Nino Pellegrini, contrabbasso, Piero Borri, batteria

a cura dell’Associazione Pietro Napoli

Il mese di aprile inizia con un concerto unico ed esclusivo per la città di Livorno, proposto dall’Associazione Pietro Napoli, il cui presidente è attivo nel settore jazz .

Il pianista Mauro Grossi, in trio con due pilastri della ritmica quali Piero Borri alla batteria e Nino Pellegrini al contrabbasso, si unisce alle splendide sonorità del grande sassofonista Stefano Cocco Cantini.

I due leader coltivano una sapiente lettura del linguaggio jazz tanto da rendere semplice ed accattivante l’ascolto anche all’uditore meno esperto, oltre a soddisfare i gusti degli amanti del virtuosismo e del tecnicismo con improvvisazioni originali.

Grossi riesce a imprimere al suo strumento sfumature affascinanti che mai si ripetono e che tengono viva l’attenzione fino alla fine del concerto; unisce poi momenti d’interessanti spiegazioni verso il pubblico proprio per coinvolgere l’ascolto con cognizione di causa da parte della platea.

Cantini ha dalla sua una grande duttilità e maestria nelle proposte sonore, tendendo sempre ad un rinnovamento che riesce a farlo spaziare da linguaggi particolari, quali ad esempio quello di John Coltrane, passando dal bebop di Charlie Parker, e così via.

Contributo al concerto euro 20,00.

È necessaria la prenotazione al 338 5081221.

Posti ai tavoli in formula jazz club.

Servizio in sala Bar & drink service a consumo. Possibilità di cena prima del concerto Tel. 0586 579957.

Mauro Grossi rappresenta l’eccellenza della musica jazz in Europa. E’ riconosciuto come uno dei più poliedrici pianisti italiani. Il suo “suonare”, infatti, non si ferma al solo linguaggio jazzistico, ma ha anche spunti e momenti dedicati ad altri generi. E’ proprio su questa caratteristica che egli riesce sempre a far si che ogni concerto sia “il concerto”, vuoi che lo sia per piano solo, vuoi che lo sia in trio, quartetto o addirittura quale leader di big band.

Dopo i due diplomi in musica classica e jazz ha frequentato il corso di perfezionamento tenuto da Herbie Hancock presso il Mozarteum di Salisburgo, e ha studiato Composizione con Gaetano Giani Luporini, conseguendo l’attestato di compimento del Berklee Correspondence Course in Arrangiamento per Orchestra Jazz.

Docente di grandissimo valore, è da diversi anni titolare della cattedra jazz presso Istituto di Alta Formazione Musicale Pietro Mascagni di Livorno e tra i suoi allievi spiccano nomi che sono attualmente in carriera. Ha collaborato con musicisti come Eddie “Lockjaw” Davis, Curtis Fuller, Chet Baker, Tony Scott, Lee Konitz, tra gli altri, per arrivare ad altrettanto noti nomi italiani tra i quali Giovanni Tommaso, Pietro Tonolo, Danilo Rea, Andrea Dulbecco, Enrico Intra, Giorgio Gaslini, Enrico Rava, Paolo Fresu, etc. Attivo anche nel pop come arrangiatore e nel settore della musica ebraica insieme alla cantante statunitense Faye Nepon e con il violista e violinista russo Igor Polesitky. Numerosi le sue produzioni discografiche.

Stefano Cocco Cantini è senza dubbio uno dei migliori sassofonisti italiani. Nella sua carriera ha suonato con musicisti jazz come Michel Petrucciani, Chet Baker, Dave Holland, Enrico Rava, Billy Cobham, Ares Tavolazzi e Paolo Fresu. Ha partecipato a tournée di numerosi artisti tra cui: Ray Charles, Phil Collins, Laura Pausini, Fiorella Mannoia, Raf.

Ha composto colonne sonore per produzioni teatrali di Giorgio Albertazzi, Davide Riondino e Paolo Hendel. È stato il sax solista nella colonna sonora del film Stregati del regista Francesco Nuti, vincitore del Nastro d’argento a Taormina. Ha pubblicato un album tributo a Michel Petrucciani, che ha visto la compartecipazione di Manhu Roche, Paolino Dalla Porta e Nelson Veras.  Numerose le partecipazioni a festival internazionali con grandi musicisti del panorama jazz mondiale. È direttore del Grey Cat Jazz Festival di Follonica. Tra le sue influenze cita John Coltrane, Sonny Rollins come anche Beatles o Blood, Sweat & Tears.

Piero Borri. Discendente d’arte, da padre batterista, già all’età di quindici anni si esibisce alla batteria nei jazz club più rinomati d’Italia, maturando un’invidiabile esperienza da parte di tutto il settore musicale. In Conservatorio, oltre alle percussioni studia anche la tromba. Stringe collaborazioni poi con il batterista Marvin Smith e il percussionista Karl Potter, che consente di ottenere una visione globale dei suoni e dei colori delle percussioni. È tra i fondatori della prima scuola di musica Jazz della città di Firenze. Realizza una serie di registrazioni radiofoniche per la RAI. E’ docente in diverse scuole italiane ed estere e ha un’interessante produzione discografica sia a livello italiano, sia a livello internazionale.

Nino Pellegrini, inossidabile e molto noto contrabbassista livornese, è riuscito a divenire un importante “punto di riferimento” per i musicisti jazz italiani e stranieri. Le sue collaborazioni sono infinite sia verso i musicisti di tutto il mondo, sia verso le strutture della didattica musicale. È infatti anche un ottimo docente e arrangiatore.  Moltissime session discografiche lo vedono tra i musicisti sia in studio sia dal vivo sui palchi internazionali. Ha all’attivo anche alcune produzioni proprie.

Info: Roberto Napoli robenapoli@gmail.com – cell.3385081221

_________________

Livorno – Martedì 5 aprile, ore 17.00

Teatro La Goldonetta, piazzetta Goldoni

Lezione aperta di

Daniele Salvini

“….al posto della libertà. la musica di Miles Davis e John Coltrane”

a cura di Daniele Salvini

La lezione s’inserisce in un percorso attraverso la musica e i linguaggi del ‘900. In questo contesto l’attenzione si soffermerà su due delle figure più importanti del jazz del secondo ‘900, Miles Davis e John Coltrane: talenti straordinari che con le proprie vicende umane ed artistiche hanno segnato il corso della musica nel XX secolo. Genio irrequieto e imprevedibile, Miles Davis ha attraversato ogni genere e forma di sperimentazione musicale nel corso di quarant’anni di carriera, dal cool al modale, dalla fusion alle sonorità elettriche, al rock-jazz: uno straordinario sperimentatore che ha segnato e formato generazioni di musicisti ed ascoltatori. John Coltrane incontra Miles e sviluppa il proprio linguaggio anche grazie a lui, per proseguire poi lungo una propria linea, portando il jazz dal cool al free, vivendo in prima persona con tutte le contraddizioni e le sofferenze la sua evoluzione di uomo e di musicista.

Info: Fondazione Teatro della Città di Livorno “C.Goldoni”

Ufficio Formazione–Comunicazione-Promozione

Tel.0586 204223 www.goldoniteatro.it

_________________

Viareggio – Mercoledì 6, 13, 20, 27 aprile, ore 21.00-24.00

Nel Taproom del Birrificio degli Archi, via Cairoli, 143

Jam Session Jazz

Con The Brewery Orchestra

Michele Menchini al contrabbasso, Marco Reggiannini, Nicola Tontoli o Francesco Massagli al piano, Angelo Corvino al violino, Giorgio Franchi o Francesca Fattori alla chitarra, Massimo Avolio o Edoardo Vannozzi alla batteria, Roberto Pinori al trombone, Giuseppe Nannini al tenore e tromba, Enrico Dolfi al clarino e sax contralto, Federica Olivieri alla voce.

Ogni mercoledì, come nostra consuetudine dal giorno dell’inaugurazione della taproom, si tiene la consueta Jam Session Jazz al Birrificio degli Archi. Musicisti e assetati benvenuti!

The Brewery Orchestra è un ottetto di musicisti jazz (laureati e laureandi di vari conservatori: Lucca, Livorno, Spezia, Siena) che ogni mercoledì sera si esibisce alla taproom del Birrificio degli Archi (via Cairoli, 143 – Viareggio), in centro città. L’orchestrina di briai affronta un vasto repertorio – originale e non – che va dallo swing degli anni ’20 al jazz-fusion odierno. La formazione tipo, ma soggetta a variazioni improvvise, vede Michele Menchini al contrabbasso, Marco Reggiannini, Nicola Tontoli o Francesco Massagli al piano, Angelo Corvino al violino, Giorgio Franchi o Francesca Fattori alla chitarra, Massimo Avolio o Edoardo Vannozzi alla batteria, Roberto Pinori al trombone, Giuseppe Nannini al tenore e tromba, e Enrico Dolfi al clarino e sax contralto, Federica Olivieri alla voce. La serata, al termine di una prima parte affidata all’ottetto, proseguirà con una jam session jazz a cui sono invitati a partecipare tutti i musicisti presenti. Entrata, ovviamente, libera!

Info: cell.3332004864

_________________

Livorno – Venerdì 8 e mercoledì 13 aprile, ore 15.30

Istituto Musicale “P. Mascagni”, via Galilei, 40

Lezione aperta sul Jazz

A cura della prof.sa Paola Pellegrini in collaborazione con il musicista Andrea Pellegrini

Nei giorni 8 e 13 aprile il maestro Andrea Pellegrini terrà due lezioni di guida all’ascolto di musica jazz presso l’Istituto di Alta Cultura P. Mascagni rivolte agli allievi del corso di Formazione Audio percettiva e ritmica della professoressa Paola Pellegrini.

Paola Pellegrini Diplomata in pianoforte, si è dedicata dal 1985 alla didattica musicale, iniziando una collaborazione con l’associazione “M. Clementi” di Vinci (FI) e, poi, con altri istituti e enti (Livorno, Cecina, Perugia, Firenze, Pisa, Ancona, Lucca, Cascina, Fiesole, Montecatini). Ha partecipato a corsi di specializzazione in didattica, propedeutica e musicoterapia, e si è diplomata in Didattica della musica nel 1987 al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze. Autrice di articoli specialistici per “Bequadro”, “La Cartellina” e “Musicascuola”, ha partecipato a diversi convegni di didattica. Insegna Propedeutica musicale all’Istituto musicale “P. Mascagni” di Livorno.

I corsi di propedeutica musicale sono rivolti ai bambini della scuola primaria ed hanno come obiettivo l’avviamento alla conoscenza del linguaggio musicale tramite attività di gioco, ascolto, produzione musicale che consentano lo sviluppo della percezione uditiva, della creatività e dell’intelligenza musicale e l’eventuale individuazione di doti ed attitudini musicali in vista di un possibile studio professionale. La propedeutica musicale è utile non solo come percorso didattico di accostamento alla musica, ma anche come ambito educativo in cui il bambino possa sviluppare le capacità di socializzazione, creatività, senso artistico, gusto estetico …. capacità così importanti ed insostituibili non solo per la formazione di un buon musicista, ma anche per lo sviluppo dell’intelligenza e della cultura di una persona completa e felice. Materie d’insegnamento: pedagogia musicale; propedeutica musicale.

Info: Paola Pellegrini musabimbi@yahoo.ca – Tel. 0586 403724

_________________

Livorno – Venerdì 8 aprile, ore 20.00

Piazza Grande (lato Duomo)

Ricky and the Jets

con

Riccardo Della Ragione, voce e chitarra, e i “Jets”: Enrico Giacomelli, pianoforte, Roberto Vannini, batteria, Claudio Fabiani, sax.

Riccardo “Ricky Della Ragione propone alcuni stndard Jazz internazionali di autori di grande fama quali George Gershwin, Pat Metheny, Nat King Cole, Louis Armstrong, Stevie Wonder, ed altri. Oltre alle Cover verranno proposti i brani Jazz e Swing composti da Riccardo Della Ragione nella colonna sonora del film “Tutti intorno a Linda”.

In questo concerto il quartetto è composto oltre che da Riccardo Della Ragione alla voce e chitarra, da i “Jets” con Enrico Giacomelli al pianoforte, Roberto Vannini alla batteria, Claudio Fabiani al sax.

Riccardo Della Ragione. Artista poliedrico – musicista e cantante – compositore di Colonne sonore e Musicoterapista. La sua carriera artistica si consolida a Roma nell’ambiente Cinematografico e Televisivo. Le sue prime composizioni come cantautore sono le canzoni pop realizzate agli inizi degli anni 90. Ha composto colonne sonore per il Cinema, sigle televisive per i Capodanni Rai e Diretto l’orchestra per RAI 1 e RAI 2. La sua discografia è distribuita nel mondo dalla Warner Music. La sua ricerca nella musicoterapia viene utilizzata nell’ambito sanitario e dei trattamenti wellness. Nel Novembre 2004 brevetta ufficialmente “AcusticA” la poltrona letto per i trattamenti vibro-acustici che nel 2014 viene inserita stabilmente al Museo delle scienze di Trento disegnato sa Renzo Piano.

Info: Riccardo Della Ragione, via Adua 20, Livorno – Cell 335 6924711 – http://www.riccardodellaragione.it/

Pisa – Lunedì 11 aprile, ore 20.30

Cinema Arsenale, Vicolo Scaramucci, 2

Ascensore per il patibolo

di Louis Malle

copia restaurata dalla Cineteca Bologna e introdotto dalla performance di Daniele Malvisi, in collaborazione con Pisa Jazz

Nel mese in cui l’UNESCO celebra la “Giornata Internazionale del Jazz”, l’Arsenale dedica due speciali appuntamenti per gli amanti del genere.

Il primo si terrà lunedì 11 aprile alle 20.30, con i musicisti Daniele Malvisi (sax) e Gianmarco Scaglia (contrabbasso) che si esibiranno live in un concerto dedicato al leggendario Miles Davis, introducendo la proiezione della versione restaurata dalla Cineteca di Bologna di “Ascensore per il patibolo”.

Tratto da un romanzo di Noël Calef, il film d’esordio di Louis Malle con Jeanne Moreau rielabora in maniera strabiliante una trama noir fatta di tradimenti e omicidi. Le tinte cupe e minacciose sono esaltate dalla magistrale partitura composta da Miles Davis, unica colonna sonora per il cinema firmata dal musicista americano. Ascensore per il patibolo (Ascenseur pour l’échafaud) è un film noir del 1957 diretto da Louis Malle. Tratto dal romanzo omonimo di Noël Calef. La colonna sonora è di Miles Davis. Interpreti: Jeanne Moreau, Maurice Ronet, Georges Poujouly, Yori Bertin, Jean Wall, Lino Ventura. Florence e Julien sono amanti che decidono di eliminare il marito di lei, Simon, potente affarista con i vertici della politica. I due architettano un piano che sembra perfetto, disponendo ogni dettaglio in modo che la polizia lo consideri un suicidio, ma quando Julien tenta di lasciare l’edificio in cui ha appena compiuto il delitto, un black out elettrico l’intrappola nell’ascensore.

Info: tel. 05024600 – arsenale@arsenalecinema.it

_________________

Livorno – Venerdì 15 aprile, ore 19.30

Caffè letterario “Le Cicale operose”, C.so Amedeo, 101

Alessia Ferrari Trio

Omaggio a Pino Daniele

con Alessia Ferrari, voce, Gennaro Scarpato, percussioni, Meme Lucarelli, chitarra

Un omaggio a Pino Daniele, uno dei più innovativi e originali cantautori e musicisti di tutto il panorama italiano morto lo scorso anno, sarà fatto in chiave jazz da Alessia Ferrari Trio formato oltre che da Alessia Ferrari, voce, da Gennaro Scarpato, percussioni, Meme Lucarelli, chitarra.

Alessia Ferrari – Inizia lo studio della tecnica vocale nel 1996. Parallelamente si dedica allo studio di teoria musicale, solfeggio, armonia, chitarra acustica e pianoforte. Negli anni 2005/2006 segue il corso di Canto e tecniche improvvisative tenuto da Fabrizia Barresi presso la Fondazione Siena Jazz. I suoi interessi si rivolgono immediatamente alla canzone d’autore italiana e internazionale, alla musica latina (in particolare la Bossa Nova) ed al Jazz. Si esibisce in duo, trio, quartetto e quintetto collaborando con numerose agenzie di spettacolo toscane. Dal 2008 collabora con Metropolis Produzioni di Emiliano Galigani come direttrice cori ed attrice-cantante nello spettacolo Welcome To The Machine – The Rock Show con le musiche dei Pink Floyd.

Gennaro Scarpato – Batterista, percussionista napoletano, è anche produttore e docente di batteria e percussioni. Presidente e direttore artistico dell’Associazione culturale musicale HANGAR.

Meme Lucarelli – Chitarrista autodidatta, si dedica allo studio accurato delle chitarre acustiche. Negli anni collabora con numerosi artisti, sia come turnista in studio sia come live performer (Eugenio Bennato, Otello Profazio, Gatto Panceri, Leda Battisti, Alexia, Corona, Stefano Picchi, Marco Guerzoni, Francesca St. Martin, Alfonso De Pietro, etc.).

Info: marifreddi@libero.it – cell. 3889908911

_________________

Livorno – Sabato 16 aprile, ore 21.45

Hotel La Vedetta, via della Lecceta 5, Montenero

Concerto

Adam Pache Quartet

Jazzin’ in Duke, Monk & Mingus

a cura dell’ Associazione Pietro Napoli

Ancora la musica di grande spessore a Livorno con un interessantissimo progetto in esclusiva che è stato realizzato non solo come tributo a tre fra i più grandi compositori del ventesimo secolo, ma come studio della relazione musicale tra essi esistente, attraverso le rispettive biografie. Il repertorio musicale proposto si dipana lungo il percorso individuale di ciascuno, al tempo stesso evidenziando i tratti comuni ai tre autori.

Adam Pache, di origini australiane, è uno dei più richiesti batteristi in Europa da quando si è stabilito a Roma proveniente da New York. Ha calcato il palco insieme a musicisti come Steve Grossman, Seamus Blake, Carla Bley, Diane Schuur, Clark Terry, Lee Konitz, Terell Stafford, Francesco Cafiso, Joe Cohn, Emanuele Cisi, Gary Smulyan, Jeremy Pelt, Eric Reed, Roberta Gambarini, Piero Odorici e la lista si espande costantemente.

Insieme con lui un ensemble modellato su questo progetto con il ben noto contrabbassista Aldo Zunino di Genova; il pianista Andrea Rea, di Pomigliano d’Arco – elemento stabile del quartetto di Niky Nicolai e Stefano Di Battista, e dell’Orchestra Jazz Napoletana – e Sebastiano Ragusa, siciliano, con sax tenore e clarinetto basso, considerato oggi uno dei più interessanti musicisti jazz in Italia.

Info: Roberto Napoli robenapoli@gmail.com – cell.3385081221

_________________

Livorno – Sabato 16 aprile, ore 21.00

Libreria Belforte 1805, via Roma

Libri&Jazz

Recitazione con musica improvvisata a partire dal libro di

Michele Marziani

Umberto Dei” Biografia non autorizzata di una bicicletta

con

Claudio Monteleone e Andrea Pellegrini

Biografia non autorizzata di una bicicletta, con Andrea Pellegrini al pianoforte e Claudio Monteleone al racconto.

In balìa delle visioni scatenate dalla lettura di un libro acciambellato sull’attenzione e la cura per le biciclette e le vite sparpagliate, un musicista e un cantastorie intraprendono un viaggio di reciproco ascolto invitando gli ospiti convenuti a lasciarsi cullare dalle suggestioni della serata…

Claudio Monteleone nasce e cresce a Livorno, in terra italiana, come giocattolaio e teatrante, in seguito si appassiona all’arte dell’Illustrazione e si catapulta nell’alchimia acrobatica fra teatro e illustrazione, focalizzando l’esperimento sul piacere di inventare e raccontare storie.

Le sue opere amano spostarsi (talvolta portandoselo dietro con la promessa di non disturbare) e trovare accoglienza, oltre che sul territorio nazionale, anche sul suolo straniero: un viaggio affascinante che non ha alcuna intenzione di fermarsi.

Info: info@libreriabelforte1805.it

Bagni di Lucca (Lucca) – Domenica 17 aprile, ore 18

Biblioteca Comunale ex Chiesa Inglese, Fondazione M. De Montaigne,

via Evelina Whipple, 6

Concerto Possibilities – Chiara Pellegrini 4tet
Chiara Pellegrini, voce, Andrea Pellegrini, pianoforte
Nino Pellegrini, contrabbasso, Marco Simoncini, batteria

Appuntamento con il Jazz di qualità a Bagni di Lucca. Nell’ambito dell’International Jazz Day Unesco Livorno s’inserisce la programmazione curata dalla Fondazione Michel De Montaigne di Bagni di Lucca coordinata dal promoter Roberto Napoli in collaborazione con la famiglia Pellegrini di Livorno. Ingresso libero ma con prenotazione.

Il concerto del 17 aprile vede la formazione capitanata dalla giovane cantante Chiara Pellegrini in una performance di musica di altissimo livello, che spazia dal jazz romantico degli standars di George Gershwin e Cole Porter, al bebop newyorkese degli anni cinquanta, passando attraverso i classici della bossa nova di Tom Jobim.

Il quartetto, formato oltre che da Chiara Pellegrini, voce, da Andrea Pellegrini, pianoforte, Nino Pellegrini, contrabbasso, Marco Simoncini, batteria, proporrà inoltre alcune canzoni in lingua portoghese di Caetano Veloso, fino ad arrivare all’intenso colore melodico di famose canzoni della tradizione italiana. Un viaggio nel Jazz che trasporta l’ascoltare nella magia della musica.

Info: 3355821084 – 0583 87519

Info: Roberto Napoli robenapoli@gmail.com – cell.3385081221

_________________

Livorno – Lunedì 18 aprile, ore 18.00

Libreria Erasmo, via degli Avvalorati, 62

Il Jazz e i libri

Incontro con gli autori e dibattito intorno ai libri

Storia del Jazz Una Prospettiva Globale”

di Stefano Zenni

Livorno dalla musica americana al Jazz”

di Maurizio Mini e Andrea Pellegrini

Storia del Jazz Una Prospettiva Globale” – Le vicende musicali sono narrate nell’abbraccio fra Stati Uniti ed Europa, America Latina e India, Giappone e Russia, gettando luce sulle complesse relazioni culturali e artistiche dell’espansione musicale afroamericana tra il XVI e il XXI secolo. E la musica è vista anche nelle sue connessioni con gli stili di danza, i diversi ambienti (club, sale da ballo, teatri), le condizioni professionali (il ruolo di produttori e manager, le regole del music business) e i movimenti politici, in un’indagine globale e profonda. Rovesciando i cliché consueti, l’autore inaugura così un nuovo paradigma narrativo, usando rimandi grafici agli ascolti, diagrammi di ausilio all’analisi delle composizioni, illustrazioni e mappe che esaltano il taglio geografico del racconto. Un’integrazione al precedente volume dello stesso autore, “I segreti del jazz”.

Stefano Zenni (Chieti, 1962), tra i maggiori musicologi di jazz in Europa, è presidente della SidMA – Società Italiana di Musicologia Afroamericana –, vicedirettore del Center for Black Music Research/Europe, direttore della rivista di studi Ring Shout ed editor per il jazz del Giornale della Musica. Insegna Storia del Jazz e delle Musiche Afroamericane presso i conservatori di Bologna, Pescara, Pesaro, e Analisi delle Forme presso Siena Jazz. Oltre a dirigere i seminari di Chieti in Jazz, è direttore artistico (dal 1998) della rassegna Metastasio Jazz a Prato. Candidato ai Grammy Awards per le migliori note di copertina, collabora con Rai Radio3, e ha già pubblicato – sempre per Stampa Alternativa – volumi su Louis Armstrong, Herbie Hancock e Charles Mingus, oltre a I segreti del jazz. Una guida all’ascolto.

Livorno dalla musica americana al Jazz” – “Il Jazz livornese esiste. E’ un vernacolo, un accento, una sfumatura, non un dialetto, una lingua né un genere: nel Jazz è del tutto normale che chi lo fa ci aggiunga del suo, come nelle ricette del cacciucco. Ha tratti spiccatamente cosmopoliti, come tutto il Jazz, sempre; risente di influenze varie, è appassionato e ironico, contemporaneo e curioso, amante del vecchio e swingante ma anche aperto a tutte le forme del ‘900. E’ colto eppure a tratti selvaggio, è “tanto” ed è “vivo”… e ha a che fare con i pirati!” Livorno e il Jazz, quindi, e un libro per raccontare un periodo lungo un secolo, dai primi del novecento a oggi, in cui si sviluppa in alcuni musicisti livornesi la passione per il Jazz e per quella che agli inizi del novecento e fino agli anni cinquanta era “musica americana”.

Maurizio Mini(Livorno 1950). Giornalista pubblicista, è stato Addetto Stampa al Comune di Livorno, Si è aggiudicato il secondo premio nel concorso letterario Delitti in Biblioteca con il racconto “Scaffale Zero”; ha partecipato alla scrittura dei libri “Mercatino americano e dintorni”, “A Livorno negli anni ’60 si suonava così” e il successivo “A Livorno negli anni ’70 si suonava così”; ha scritto “La parola a Enrico” e “Fischio d’inizio 1915”, tutti editi da Erasmo.

Andrea PellegriniDiscendente da una genealogia di musicisti (Pellegrini – Vianesi), guidato dall’infanzia nell’improvvisazione dal padre Gianfranco, jazzista attivo negli anni ’50 a Livorno, ha iniziato a studiare pianoforte a sei anni approfondendolo con Ilio Barontini. Ha conseguito il diploma in Jazz presso l’Istituto Superiore P.Mascagni con lode, con tesi sul Jazz a Livorno (ed. ETS). “Poliedrico e eclettico” (Musica Jazz), dal “pregevole lirismo” improvvisativo (La Repubblica), ha suonato e tenuto Master Class in tutta Italia e Olanda, Inghilterra, Lituania, Latvia, Slovacchia, Danimarca, Austria, Francia, Svizzera, Germania, Finlandia collaborando con Paolo Fresu, Paul McCandless, Tino Tracanna, Bruno Tommaso e molti altri. Ha scritto per le Edizioni Erasmo “Mirabolanti avventure di un jazzista”.

Info: Edizioni Erasmo www.erasmolibri.it – Erasmo Libreria info@gaiascienza.itwww.gaiascienza.it

Libreria Erasmo – via degli Avvalorati, 62, tel. 0586 211015

_________________

Livorno – Martedì 19 aprile, ore 20.00

Bottega del Caffè, viale Caprera, 32

L’arte della felicità”

regia

di  Alessandro Rak

Proiezione cinematografica e interventi musicali

a cura di Le Salon du Cinema

L’arte della felicità (Italia – 2013 – Animazione, Documentario – Durata 84′) regia di  Alessandro Rak.

Cast (voci): Leandro Amato, Nando Paone, Riccardo Polizzy Carbonelli, Renato Carpentieri, Jun Ichikawa, Lucio Allocca, Patrizia di Martino. Produzione: Big Sur, Mad Entertainment, Rai Cinema, Cinecittà Luce.

Due fratelli. Due continenti. Due vite. Una sola anima. Sotto un cielo plumbeo, tra i presagi apocalittici di una Napoli all’apice del suo degrado, Sergio, un tassista, riceve una notizia che lo sconvolge. Niente potrà più essere come prima. Ora Sergio si guarda allo specchio e quello che vede è un uomo di quarant’anni, che ha voltato le spalle alla musica e si è perso nel limbo della sua città. Mentre fuori imperversa la tempesta, il suo taxi comincia ad affollarsi di ricordi, di speranze, di rimpianti, di presenze. Prima o poi la pioggia smetterà di cadere ed il cielo si aprirà e da lì verrà la fine o tornerà la musica

Info: lesalonducinema@gmail.com – Cell. 3204138728 / 3206367799

_________________

Pisa – Martedì 19 aprile, ore 20.00

Cinema Arsenale, Vicolo Scaramucci, 2

Birds in Jazz

del fumettista disneyano

Donald Soffritti

con musiche di

Andrea Pellegrini (pianoforte) e Steve Lunardi (violino)

Secondo appuntamento a cura del CineClub Arsenale per AprileJazz, il mese in cui l’UNESCO celebra la “Giornata Internazionale del Jazz”.

Martedì 19 il jazz si mescolerà al magico mondo della Walt Disney. Alle ore 20.00, alla presenza dell’autore, sarà inaugurata nel foyer del Cineclub la mostra “Birds in Jazz” del fumettista disneyano Donald Soffritti, che comprende quindici riletture “paperizzate” dei più grandi interpreti della storia del jazz, da Miles Davis a Paolo Fresu, da Louis Armstrong e Pat Metheny.

A seguire i musicisti Andrea Pellegrini (pianoforte) e Steve Lunardi (violino) musicheranno live una selezione dei primi cortometraggi in bianco e nero della Walt Disney, a partire dal primo storico film breve Steamboat Willie del 1928.

Info: 05024600arsenale@arsenalecinema.it

_________________

Livorno – Sabato 23 aprile, ore 21.00

Zucchero Nero Osteria, via dell’Angiolo, 20

Concerto jazz

BEE BRAIN

con

Henry Cook, sax alto, washint, flauti
Roberto Raciti, contrabbasso, Ermanno Baron, batteria

Bee Brain è un gruppo guidato dallo statunitense Henry Cook, sassofonista e flautista che ha inciso con alcuni tra i più grandi musicisti afroamericani come John Tchicai, Bob Moses, Don Moye e Frank Lacy. La ritmica che dà forma al Trio è composta da Roberto Raciti al contrabbasso ed Ermanno Baron alla batteria con i quali Cook da vita ad una formazione atipica ed originale di matrice certamente jazz ma con influenze Afro e funk, capace di spaziare dai groove ethiojazz ai ritmi caraibici passando per l’improvvisazione estemporanea ed il jazz di Eric Dolphy.

Per l’occasione sarà presentato il loro primo disco intitolato HONEY, un lavoro che il trio ha realizzato dopo diversi anni di attività e che raccoglie principalmente brani di compositori etiopi tra i quali Mulatu Astatke, con cui Henry Cook ha avuto l’onore di collaborare in tour ed incisioni varie suonando spesso il tradizionale Washint, flauto etiope di cui è uno dei maggior esponenti in Occidente.

Info: simonescarp11@yaooh.itcell.3923921247 – 0586 370800

_________________

Livorno – Domenica 24 aprile, ore 18.00

Libreria Belforte 1805, via Roma

Libri&Jazz

con la

Banda della Città di Livorno & laboratorio di Orchestra Jazz diretto da Tony Cattano

Il laboratorio di Orchestra jazz nasce alla fine dello scorso anno dall’incontro tra la Banda della Città di Livorno e il trombonista Tony Cattano, quando quest’ultimo, insieme ad altri musicisti livornesi, accetta di partecipare a un concerto in sostegno alla banda cittadina, tornando per una sera, come non faceva da anni, a suonare in una banda. Infatti è proprio in banda che Tony Cattano – nato ad Augusta (SR) nel 1979 – ha mosso i suoi primi passi col trombone quando era poco più di un bambino. In seguito si è diplomato all’Istituto musicale “V. Bellini” di Catania, si è trasferito a Roma per poi approdare, nel 2010, a Livorno, ha collaborato con diverse formazioni, sia jazzistiche che di musica leggera e alternativa, ha suonato con artisti di fama internazionale quali George Gruntz, Maria Schenider, Don Byron, ecc.., ha insegnato in varie scuole di musica e conservatori, ma non ha mai dimenticato quei suoi primi passi. Per rendersene conto basta ascoltarsi il suo ultimo disco “L’uomo poco distante”, impregnato proprio degli echi di quelle processioni funebri che suonava, da ragazzino, nelle bande di paese.

E’ dallo strano incontro tra questi due mondi, la banda e il jazz di Tony Cattano, che nasce il laboratorio di Orchestra Jazz

Patrizio Alaimo, Antonino Ilardi, Romano Palazzi, Chiara Lazzerini – tromba, Daniela Dani – trombone, Marcello Bettinelli, Claudio Parrini -sax alto, Icilio Lanini, Massimo Zocchi – sax tenore, Monica Pucci – sax baritono, Renzo Del Nista – clarinetto, Licoris Toncinich, Camilla Bianco – flauto traverso, Alain Cremona – chitarra, Massimo Orofino – basso, Cristian Crocetti – batteria, accompagnati da un pianista d’eccezione: Andrea Pellegrini, eseguono brani originali di Tony Cattano sotto la sua direzione. Brani dai titoli quali “Un dannato alibi”, “5 diamanti unici”, ecc.., ispirati agli albi di un noto personaggio dei fumetti … che sta a voi scoprire.

Associazione Banda della Città di Livorno – La Banda Città di Livorno è stata rifondata nel 1977 da Comune di Livorno, Provincia e Istituto Musicale “P. Mascagni” – tutt’ora soci della banda – nel solco della tradizione legata alla antica banda cittadina livornese, esistente sin dalla fine dell’800 e che ha avuto addirittura Giacomo Puccini come presidente onorario agli inizi del ‘900.

Una banda in ogni città svolge una semplice quanto insostituibile doppia funzione sociale: quella di assicurare l’esistenza di una struttura che offra a giovani e meno giovani la possibilità di avvicinarsi (gratuitamente o a prezzi molto popolari) alla musica pratica e quella di offrire la possibilità di sonorizzare gli eventi più importanti della comunità.

Pur attualmente senza una sede propria – ospite dell’autorità Portuale nello splendido scenario della Fortezza Vecchia – e senza un finanziamento che sia minimamente adeguato a sostenere le spese per il proprio sostentamento, la Banda Città di Livorno conta circa 40 elementi sotto la direzione del M° Massimo Ferrini e (insieme alle altre realtà bandistiche e musicali cittadine), vuole essere proprio questo, la voce dei livornesi, una voce semplice quanto sonora!

Info: info@libreriabelforte1805.it

_________________

Livorno – Martedì 26 aprile, ore 20.00

Bagni Lido, ristorante viale Italia, 128

Le Salon du Jazz”

cena con interventi culturali Sapori e musica della Lousiana

con la partecipazione del JazzLab e altri musicisti

a cura di Le Salon du Cinema

La serata è concepita come un convivio in questo caso dedicato alla musica. Cosi come in una jam session gli artisti dialogheranno in musica tra una portata gastronomica e l’altra.

I piatti che verranno somministrati sono tratti da ricette tipiche della Louisiana e concordati insieme alla struttura che ospiterà la serata, ristorante Bagni Lido.

Info: lesalonducinema@gmail.com – Cell. 3204138728 / 3206367799

_________________

Livorno – Venerdì 29 aprile, ore 21.00

Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, via Roma, 234

Concerto

More Love”

con Chiara Pellegrini, voce, Andrea Pellegrini, pianoforte

Il Duo presenta un concerto di puro Jazz; brani di George Gershwin, Cole Porter, Nina Simone e altri brani portati al successo da alcune delle più grandi star della storia della musica come Billie Holiday, Frank Sinatra e Ella Fitzgerald costituiranno il repertorio con il quale il Duo trasporterà il pubblico in un viaggio dolce e leggermente nostalgico, pieno di swing e groove con qualche sorpresa.

Chiara Pellegrini – Discende da una lunga dinastia di musicisti. Ha studiato diversi strumenti musicali quali il Corno, il Flauto traverso, la Chitarra pop, il Basso elettrico e le Percussioni.

Dopo aver trovato la sua vera vocazione nel Canto, contemporaneamente agli studi superiori ed ai concerti che la vedevano già cantante professionista, ottiene l’Attestato in Canto Moderno alla Scuola di Musica “G.Bonamici” di Pisa con il massimo dei voti.

Successivamente ha conseguito la Laurea di I° Livello in Jazz presso il “Prins Claus Conservatory” di Groningen in Olanda, dove ha costruito molteplici collaborazioni artistiche con vari musicisti di fama internazionale. Al momento risiedente a Londra dove prosegue le attività artistiche e la sua crescita artistica.

Info: m.Lischi@provincia.livorno.it cell.3274513901

_________________

Livorno – Sabato 30 aprile (ore 17.00- 18.00)

Visita guidata alla Casa natale di Amedeo Modigliani, via Roma 38

Visita alla Casa Natale di Amedeo Modigliani, ubicata in via Roma al n.38, allestita come un museo organizzato su di un percorso biografico; verranno visitate le stanze dove sono presenti pannelli espositivi divisi per temi che raccolgono fotografie suggestive e documenti inediti (lettere, cartoline, documenti) tratti dagli Archivi Legali parigini di Casa Modigliani ed illustrano le tappe fondamentali della vita e della poetica artistica di Amedeo Modigliani.

Info: amarantaservice@tiscali.itwww.casanataleamedeomodigliani.com

_________________

Livorno – Sabato 30 aprile, ore 17.30

Osservatorio di Monterotondo, via di Monterotondo, 74

Rasenna jazz messengers in concert

musiche originali e  standard (Mingus, Ellington,Golson)

con Max Fantolini, piano, Giulio Boschi, contrabbasso

Rasenna Jazz Messengers rappresenta un progetto musicale, che si spinge all’interno del linguaggio contemporaneo per inoltrarsi in un percorso di ricostruzione sul filo della memoria sonora. Sfruttando le peculiarità caleidoscopiche del jazz s’intinge di sapori mediterranei per specchiarsi nella propria autentica identità. Rasenna Jazz Messengers ovvero “I messaggeri etruschi del jazz”sono legati da un lungo sodalizio musicale e interpretano un programma prevalentemente ispirato al jazz d’autore come quello di Duke Ellington e Charles Mingus e alla tradizione colta italiana ed europea. I componenti del gruppo, Max Fantolini e Giulio Boschi, autori delle musiche originali, costituiscono un duo per pianoforte e contrabbasso. Giulio Boschi, denominato dal critico musicale Afo Sartori “Poeta del jazz”, laureato in contrabbasso Jazz presso il Conservatorio Paganini di Genova, ha partecipato ad iniziative accademico-culturali di livello internazionale come contrabbassista, compositore e arrangiatore. In questo periodo suona col JbJ quartet e il JbJ in trio, che affronta un vasto repertorio eterogeneo, da standard jazz a brani originali. Si dedica a una personale ricerca compositiva approfondendo un personale sound accostandolo anche al linguaggio poetico e pittorico, nelle performance Poesie in jazz senza guinzaglio e senza padroni, su poesie di Ernesto Mussi e Rapsody in music and painting per contrabbasso solo e pittura estemporanea, col pittore livornese Umberto Falchini. Max Fantolini, raffinato ed eclettico pianista, tastierista compositore ed improvvisatore, dopo il diploma di pianoforte si accosta al jazz conseguendone il relativo diploma. Ha al suo attivo diverse esperienze sia come pianista accompagnatore (collabora con il coro Springtime di Livorno e col Centro Musicale Ferruccio Busoni di Empoli) affiancando l’attività concertistica a quella d’insegnante di strumento.

Info: contrabboschi@gmail.com32916358233331327927

_________________

Livorno – Sabato 30 aprile, ore 21.00

Nuovo Teatro delle Commedie, via G.M.Terreni, 3

Grande Jam Session tradizionale

Sul palco si alterneranno tantissimi musicisti della “costa” livornese

Info: cell. 3703110168

Potrebbero interessarti anche...