Restauro documentari del 1949, un progetto di Marco Sisi

Recupero di due documentari di Carlo Pini realizzati nel 1949: “Colori di Tirrenia” e “Natura e Arte”

Clicca QUI per sostenere il progetto!

Restauro documentari del 1949

A Livorno, valendosi delle strutture presenti negli studi cinematografici di Tirrenia (“Pisorno”, poi “Cosmopolitan”), molti appassionati di cinema o futuri professionisti del settore, realizzarono interessanti filmati, cortometraggi o documentari.

Marco Sisi da anni studia e cataloga le produzioni cinematografiche che hanno avuto come sfondo Livorno e i suoi dintorni. Oltre al progetto “Livorno Superstar”, dedicato ai film girati o ambientati a Livorno e concretizzatosi nella pubblicazione del libro “Livorno Superstar, la mia città dentro il cinema” (Edizioni ETS, 2005) e nell’organizzazione di rassegne e proiezioni, a Cefalù, Roma e Livorno, negli ultimi anni ha anche effettuato il restauro di vecchi cortometraggi o documentari.

Dopo “Documentaristi” di Giuliano Biagetti (1953) e “Jewel Of Tuscany” (1961) adesso sta iniziando un nuovo progetto, il recupero di “Colori di Tirrenia” e “Natura e Arte“, due filmati, il primo in 16 mm e il secondo in 35 mm, realizzati da Carlo Pini nel 1949.

Come verranno utilizzati i fondi

Per rendere fruibili i filmati realizzati quasi settant’anni fa adesso occorre trascriverli su supporto elettronico digitale, correggere gli eventuali problemi alle immagini o al sonoro e quindi creare un video che possa essere inserito in Blu-Ray o DVD e/o caricato in rete per una visualizzazione attraverso piattaforme come (a titolo esemplificativo) YouTube o Vimeo.

Le operazioni di telecinema e riversamento avranno un costo di circa 450/500 euro + IVA , cui aggiungere poi quanto necessario per sincronizzazione audio/video, montaggio e creazione Blu-Ray e/o DVD. Tutte le lavorazioni di post-produzione, restauro e montaggio saranno realizzate con mezzi propri, ma per il telecinema e il riversamento occorre rivolgersi a un laboratorio specializzato a Roma, uno dei pochi ancora rimasti.

Una volta completato il progetto, il filmato restaurato sarà disponibile per iniziative storico-culturali a cura di enti locali, scuole o associazioni.

Qui di seguito pubblico un esempio di restauro di “Jewel of Tuscany”, curato qualche anno fa, partendo da una pellicola 16mm colore, pista ottica, in pessimo stato di conservazione.

Chi c’è dietro al progetto

Marco Sisi è nato a Livorno nel 1957 e dal 1983 vive e lavora a Roma, ma ha mantenuto vivi i rapporti con la sua città d’origine.

Dopo essere stato fra i pionieri dell’emittenza privata (TVL, Radio Flash, Telegranducato) ha proseguito la sua crescita professionale specializzandosi nel montaggio video, lavorando alla SBP, società leader nel settore della post-produzione televisiva, alla tv satellitare saudita Orbit, la prima a trasmettere interamente in digitale, quindi presso varie società e dal 2006 a Videotime/La7/Rai.

Attualmente è montatore al Tg3 nazionale. Parallelamente, a partire dal 1992, ha iniziato a occuparsi della storia di Livorno nel cinema, cercando, visionando, catalogando film girati o ambientati nella città toscana (ne ha trovati un centinaio, da “Ben-Hur” di Fred Niblo, uscito nel 1925, fino a “Sapore di te” di Carlo Vanzina, girato nel 2014), partecipando all’organizzazione di due rassegne cinematografiche nel 1997, a Cefalù (nell’ambito della VII edizione delle “Città del Cinema”) e Livorno (in occasione del cinquantenario della Compagnia Portuali), realizzando il film di montaggio “Livorno Superstar, il cinema nella mia città” (un work-in-progress che viene continuamente aggiornato e arricchito da nuove “scoperte”), e scrivendo i due saggi “Ardenza Cinema d’Essai: quando i film si vedevano in un circolo” (assieme a Luigia Scerra, edizioni Belforte Cultura/Provincia di Livorno, 2004) e “Livorno Superstar, la mia città dentro il cinema” (edizioni ETS, 2005). Ha inoltre prodotto documentari e videoclip, oltre a effettuare restauri di vecchie pellicole ritrovate. Recentemente ha collaborato alla realizzazione della mostra “Tirrenia Città del Cinema”, in corso di svolgimento a Palazzo Blu, lungarno Gambacorti, Pisa.

Clicca QUI per sostenere il progetto!

2

Potrebbero interessarti anche...