Se mai passerete per Livorno Ma le onosci le poesie del Chionne?

Carlo Chionne nasce a Roma nel 1943.Viene colpito da una malattia agli occhi, ma l’amore per la letteratura lo spinge a scrivere.Oggi vi presentiamo una sua struggente poesia Se mai passerete per Livorno.

 

Se mai passerete per Livorno CliccaLivorno

 

Se mai passerete per Livorno,
ditele che non l’ho… dimenticata…
Ditele ch’io la penso notte e giorno:
malgrado tutto: io l’ho sempre amata

Ditele pure, ma, a bassa voce
che prima o poi da lei farò ritorno :
da lei: la mia delizia, la mia croce:
me la ricordo come il primo giorno…

Ricordo quel pensiero: la sua idea
fu un gesto, un sorriso: fu un incanto…
forse uno sguardo e fu subito … Corea
Da allora ho amato lei e lei soltanto

Ditele che ricordo il primo abbraccio,
i primi baci suoi, le sue carezze…
Parlatele di me, del Castellaccio
e delle nostre gioie … delle tristezze…

Ditele come noi eravam felici,
di correre con lei verso il futuro
di come erano salde le radici…
poi tutto diventò più incerto e scuro…

Forse sarà questa solitudine,
forse sarà la nostra lontananza,
ma non dobbiamo farci l’abitudine:
io serbo ancora in cuore una speranza …

ditegliela, vi prego, in un orecchio,
come un segreto che non lasci traccia:
ora che sono cieco, sordo e vecchio,
addormentarmi vorrei: tra le sue braccia…

Carlo Chionne

Potrebbero interessarti anche...