Tinariwen (palco piazza del Luogo Pio)

Dal nord est del Mali, in Africa, provengono i Tinariwen, un gruppo in attività dai primi anni ’80 che suona il Tishoumaren, un genere che amalgama rock, world e un po’ di blues con la musica tradizionale dei Tuareg.

Il gruppo fu fondato da Ibrahim Ag Alhabib. Egli rimase orfano del padre a soli 4 anni, in seguito alla sua esecuzione, e fu esule in Algeria, dove iniziò ad interessarsi a molti generi musicali. Tra questi prevalse una preferenza in quelli che sono tradizionali del continente africano. Non disdegnava, comunque sia, generi come rock, blues e pop occidentale.

Egli costruì una chitarra per suonare i generi che, appunto, lo intrigavano e la stessa venne utilizzata negli anni ’70 e ’80 in dei concerti tenuti negli accampamenti-rifugio dei profughi Tuareg. Questi concerti si svolsero in compagnia di Alhassane Ag Touhami e Inteyeden Ag Ableine, altri esiliati compatrioti.

Durante gli anni dell’addestramento militare imposto dal colonnello Gheddafi, Ibrahim prese in mano chitarre acustiche ed elettriche, ed in questo periodo Kheddou, Mohammed Ag Itlale e Abdallah Ag Alhousseyni si uniscono al gruppo, che le persone iniziarono a chiamare “Kel Tinariwen” (dal Tamashek “Le Genti del Deserto” o “I Ragazzi del Deserto”).

Dal ’96 iniziarono a dedicarsi a tempo pieno alla musica. Nel ’99 incontrarono il gruppo francese Lo’Jo ed il chitarrista inglese Justin Adams, i quali divennero i produttori del loro primo disco, “The Radio Tisdas Sessions”, pubblicato nel 2001. Nel 2004, oltre ad aver rilasciato il disco “Amassakoul”, il gruppo iniziò ad esibirsi in concernati tra Europa e Stati Uniti d’America. Carlos Santana li invitò a esibirsi assieme a lui al Festival di Montreux, portando loro ulteriore fama.

Tre anni dopo uscì “Aman Iman”, sempre prodotto da Adams, che riscosse notevole successo fra le recensioni pubblicate dalle riviste di musica rock. Questo permise loro di partecipare al festival di Glastonbury. Tennero inoltre due concerti in Italia, vista la partecipazione al Festival di Villa Arconati, ed ebbero un grande impatto sul pubblico. Ebbero inoltre l’onore di aprire un concerto dei Rolling Stones a Dublino.

Tinariwen Bio CliccaLivorno

Nel 2009 esce invece “Imidiwan”, e nel 2010 rappresentarono l’Algeria nella cerimonia d’apertura dei mondiali di calcio. Lo stesso anno suonarono in 24 concerti in tutti gli Stati Uniti d’America. Nel 2011 uscì “Tassil”, album che vinse il Grammy Award “Best World Music” alla 54esima edizione della cerimonia.

Nel 2012 I Tinariwen furono bersagliati dalla rivolta del MNLA (Movimento Nazionale per la Liberazione del Azawad), quando la musica popolare di quel territorio venne etichettata come un prodotto satanico: Abdallah Ag Lamida venne catturato nel 2013 mentre tentava di salvare le sue chitarre, ma fortunatamente fu liberato qualche settimana dopo.

Nel 2014 venne rilasciato il sesto album, “Emmaar”. Fu registrato nel 2013 dai vari membri della band che non rimasero “con le mani in mano” in attesa del rilascio di Abdallah.

I Tinariwen sono poi partiti in tour in Europa e Nord America, senza però Ibrahim. Il cantante e voce rimase in Mali a causa di problemi familiari generati dalla recente crisi politica. Venne momentaneamente rimpiazzato dal chitarrista Yad Abderrahmane, che probabilmente rimarrà nel gruppo anche dopo il ritorno di Ibrahim.

 

Clicca qui per visitare il sito ufficiale della band

Potrebbero interessarti anche...