“La scuola” Associazione don Nesi/Corea

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 16/02/2018
9:30 pm - 11:30 pm

Luogo
Associazione don Nesi Corea

Categorie


“La scuola”è il terzo film nell’ambito della rassegna “Cinema e scuola: diversità e integrazione”

 

 16/02 alle h 21:30
presso l’associazione don Nesi/Corea-
Via La Pira 11-
Livorno

 

“La scuola”:

 

“La scuola” è il terzo film nell’ambito della rassegna “Cinema e scuola: diversità e integrazione”. 

Fra gli interpreti Silvio Orlando, Anna Galiena e Fabrizio Bentivoglio. Regia Daniele Luchetti

È l’ultimo giorno di scuola in un malandato istituto tecnico della periferia romana: gli alunni sono molto confusionari e i docenti si rivelano inadeguati sia come insegnanti e anche su lato umano. In sala professori si festeggia il pensionamento dell’anziana professoressa di storia dell’arte Serino, che però è assente. Il soffitto della biblioteca è crollato e fra le macerie è stata ritrovata la scarpa della Serino. Il corpo docente si presenta estremamente variegato: la professoressa di matematica Majello, solare e radiosa e benvoluta da tutti ma in crisi con il marito, il professor Cirrotta, gretto, volgare e pigro; la professoressa d’inglese Lugo, ansiosa e fragilissima, il professore di francese Mortillaro, scansafatiche e razzista, si diverte a fare telefonate anonime per inesistenti “pacchi bomba”; il vicepreside Sperone, rigido e meschino, convinto di aver ottenuto dal Ministero un importante trasferimento e l’ingenuo professore di italiano Vivaldi, decisamente il più amato dagli alunni. Fra gli alunni c’è Santella, graziosa ma un po’ ignorante, il secchione asociale Astariti e il bullo incompreso Coffaro. Ma soprattutto c’è Cardini, detto “la mosca”, un ragazzo dai gravi problemi familiari e comportamentali che comunica solo facendo il verso dell’insetto. Deve essere interrogato o per lui sarà bocciatura certa, ma è assente e la cosa fa disperare Vivaldi che vorrebbe a tutti i costi farlo promuovere.

Gli scrutini finali sono presieduti dal preside che vuole promuovere tutti per non avere fastidi. I docenti discutono animatamente dando sfogo a tutti i rancori repressi durante l’anno: Sperone apprende di non aver avuto il trasferimento e scarica la sua rabbia con un alunno che lo minaccia con un coltello, Cirrotta e Vivaldi litigano, la professoressa Ostia mette fretta a tutti perché si termini. Intanto scoppia l’ennesimo allarme-bomba fasullo di Mortillaro, smascherato da Vivaldi.  Anche Vivaldi e la Majello iniziano a discutere: lui l’accuserà di avere una storia con Sperone. Pressata dal marito che minaccia di portarle via la figlia, eromperà in un pianto isterico.Tutta la classe viene promossa eccetto Cardini, respinto nonostante l’appassionata difesa di Vivaldi. Ricompare la Serino che era andata al matrimonio del nipote dimenticandosi gli scrutini. 

Potrebbero interessarti anche...