“Lo chiamavano Jeeg Robot”: cinema in Corea

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 19/01/2018
9:30 pm - 11:30 pm

Luogo
Associazione don Nesi Corea

Categorie


“Lo chiamavano Jeeg Robot”

19/01/2018 alle ore 21,30
presso L’Associazione don Nesi Corea
Via La Pira n. 11
57100 LIVORNO

 

“Lo chiamavano Jeeg Robot”

E’ la seconda proiezione nell’ambito della rassegna “Generazioni periferiche: i figli delle periferie italiane”.

L’insicurezza del presente e l’incertezza del futuro covano e alimentano i demoni della paura. Le città e le periferie in particolare sono gli spazi in cui “estranei” vivono e si muovono a stretto contatto gli uni con gli altri. Non esiste posto migliore delle strade di periferia per scoprire e imparare il malcontento, il senso di alienazione, di marginalizzazione e di frustrazione personale e sociale. Paure che nelle città sono diventate privatizzate e altamente individualizzate e anche per questo molto più difficili da gestire e da affrontare.

Film del 2015 del regista Gabriele Mainetti. Roma e l’Italia intera sono attanagliate dalla tensione eversiva a causa delle bombe della destra oltranzista e della criminalità organizzata. Enzo, ladruncolo solitario, viene inseguito da due agenti in borghese per aver rubato un orologio; la fuga prosegue fino alle rive del Tevere sotto Ponte Sant’Angelo, dove gettandosi nelle acque, entra a contatto con delle sostanze radioattive contenute in alcuni bidoni nascosti sotto il livello del fiume. Dopo una notte in preda a febbre, conati di vomito e brividi di freddo, si risveglia al mattino come guarito, malgrado persista della tosse diventerà accidentalmente l’eroe che tutti aspettavano. 

Con Sergio, uno dei membri della banda criminale guidata dallo spietato e violento Fabio Cannizzaro, detto lo “Zingaro”, cercherà di recuperare una dose di cocaina portata a Roma da due fratelli extracomunitari che l’avevano ingerita. In casa di Sergio, Enzo incontra la figlia Alessia, una ragazza con evidenti problemi psichici, appassionata oltre misura  Jeeg robot d’acciaio, al punto da confondere il mondo fantastico con quello reale, come quando Enzo riuscirà a salvarla dalle minacce di Cannizzaro, che raggiunge Alessia a casa per prendere la dose di cocaina. Alessia riconosce Enzo e lo soprannomina Hiroshi Shiba, come il protagonista di Jeeg Robot.

Con Claudio Santamaria e Luca Marinelli.

Inizio film alle ore 21,30. Ingresso a offerta libera

Potrebbero interessarti anche...