Intervista allo scrittore livornese Gabriel Pini

“Goya Enterprises” è il primo romanzo di Gabriel Pini, giovane scrittore livornese classe 1988 che è stato presentato a Firenze venerdì 18 dicembre 2015.

GOYA ENTERPRISES GABRIEL PINI CLICCALIVORNO

In occasione dell’uscita del suo primo romanzo, siamo riusciti a fare qualche domanda in anteprima a Gabriel Pini:

– Cosa ti ha portato a diventare uno scrittore?

Una piccola biblioteca scolastica e la poca frequentazione delle ore di matematica. Già, ho avuto una carriera studentesca assai tormentosa, tuttavia ho trovato sempre grande passione negli insegnanti di lettere che ho avuto, e qualcosa di loro mi è rimasto.

– Chi sono i tuoi scrittori di riferimento?

Tracy Hickman e Margaret Weiss (Dragonlance) sono state le primissime autrici a destare in me l’interesse verso la narrativa; di seguito J.R.R. Tolkien, Ray Bradbury, Ken Follett, Voltaire. Molti sono stati i volumi e gli autori che hanno contribuito a formare il mio pensiero e creare la mia spinta, ma quando cerco un riferimento lo ritrovo sicuramente in Stephen King.

– Corrente letteraria preferita?

Dopo anni di assidua militanza nel fantasy, sono giunto infine alla fantascienza classica degli anni ’50 – ’60. Anche se in realtà amo tutto ciò che riesce a catturare la mia curiosità.

– Sappiamo che non è facile ma: romanzo preferito?

Ad oggi è “Lo spacciatore di fumetti” di Pierdomenico Baccalario, a pari con Il piccolo principe.

– Che cosa ti ha spinto a scrivere questo tuo primo libro?

Ho scritto numerose storie, ma per anni ho lasciato nel cassetto il progetto di tratteggiare una possibile “realtà alternativa” che si rifacesse alla mia infanzia. Il punto di partenza per scrivere una storia oscura e colma d’orrore, come tante delle fervide fantasie che mi hanno accompagnato per anni.

– Che messaggio vuoi trasmettere con questo tuo libro?

La disperazione può diventare forza, la conoscenza è l’unica vera arma.

– Cosa e quanto c’è di tuo in ciò che scrivi?

Ogni scrittore lascia frammenti di sé in tutto ciò che scrive; io ho voluto mettere la mia visione di un “me alternativo” in questa storia, ed altri alter ego di persone realmente esistenti.

– Sei un giovane scrittore, ma cosa consigli a tutti i gli altri giovani come te che aspirano a diventare scrittori?

Leggere, e leggere tanto. Chiunque ha idee che necessitano di una solida struttura per manifestarsi.

– E infine: progetti per il futuro?

Percorrere questa strada ovunque possa portarmi, e migliorare sempre.

 


 

Ecco una breve biografia:Gabriel Pini

 

Gabriel Pini nasce a Livorno nel 1988. Diplomatosi con teatrale ritardo e amante della letteratura fantasy e horror, si appassiona alla scrittura negli anni dell’adolescenza grazie a molti autori di genere ed a un’insegnante di lettere assai determinata. Goya Enterprises è il suo primo romanzo ufficiale.

 

 

 

 


Ringraziamo ancora Gabriel Pini per averci dedicato il suo tempo.


Potrebbero interessarti anche...